Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Cantiere Alessandro Ridolfi

Il progetto di ristrutturazione edilizia con demolizione e ricostruzione dell’ex edificio di via Boccea n.472 denominato “Caseificio Lopez”, prevede la realizzazione di nuove unità immobiliari ad uso abitativo e ad uso ufficio. il nucleo originario dell’edificio rurale adibito a casa padronale e alloggi per braccianti con carattere tipologico abitativo, viene interamente ripristinato nell’edificio A costituendo 16 unità abitative pari ad una superficie SUL di circa 1.195mq. La parte dell’immobile individuata come edificio B annessa alla costruzione originaria ed utilizzata come caseificio e con una SUL di circa 2.535mq, viene trasformata per il 30% in abitazioni ed il restante uffici per un totale di 13 abitazioni e 22 uffici di differenti tagli. Al di sotto dell’edificio, servito da rampa, si sviluppa un garage. Le principali modifiche consistono nella realizzazione di nuove strutture orizzontali e verticali con terrazzo di copertura; creazione di spazi distributivi interni, adeguati alle mutate esigenze funzionali della residenza e degli uffici. L’organizzazione distributiva prevede l’inserimento di nuovi corpi scala ed ascensori con la realizzazione al piano terra di aperture per consentire l’accesso; realizzazione di una chiostrina interna completamente intonacata. A caratterizzare la facciata sarà una muratura a faccia vista eseguita con mattoni pieni. Gli Interni delle unità immobiliari saranno così trattate: nei locali giorno e notte sarà eseguito un pavimento in parquet; nei locali adibiti a servizi igienici e nelle cucine sarà eseguito un pavimento in piastrelle di ceramica smaltata delle dimensioni di cm 20 x 20; il rivestimento sarà posato fino ad una altezza di m.2,20, colori a scelta. Le finestre e le portefinestra di tutti i locali degli alloggi saranno realizzati in legno massiccio, essenza “abete” tipo hemlock. L’impianto di riscaldamento e acqua calda sarà del tipo autonomo, funzionante a gas naturale; ad integrazione si affiancherà un impianto del tipo fotovoltaico a pannello solare, che potrà sia sostituire che integrare la produzione dell’acqua calda sanitaria, consentendo un risparmio in termini economici ed energetici. Sia per gli alloggi che per gli uffici sarà eseguita la predisposizione dell’impianto di condizionamento. Per la sicurezza sono previsti oltre quanto obbligatorio per normativa: portoncini di ingresso con blindatura; videocitofono da incasso a parete; linea di illuminazione di emergenza; rilevatore fughe di gas, ronzatore con pulsante a tirante per vasca

ALESSANDRO RIDOLFI Nato a Roma si laurea in Architettura nel 1996 presso l’Università La Sapienza. Dal 1999 è Consigliere dell’Ordine degli Architetti di Roma e Provincia con la carica di Tesoriere. Libero professionista nel campo della progettazione architettonica e urbanistica, la sua attività spazia dagli studi di fattibilità alla progettazione finalizzata all’ottenimento delle autorizzazioni per poi affrontare, nella fase realizzativa, la redazione dei grafici esecutivi, direzione dei lavori, coordinamento della sicurezza, contabilizzazione, collaudo e liquidazione degli appalti. Parallelamente, ha da sempre svolto attività legate all’architettura nel campo della collaborazione e della consulenza in diversi organi della Pubblica Amministrazione. Con la sua struttura è in grado di far fronte sia alle grandi commesse di interesse pubblico e privato sia alle esigenze di assistenza tecnica delle aziende attive nel settore.

Per info.
Alessandro Ridolfi
Largo Lamberto Loria 8
00147 Roma
Tel. 06 5122577 – Fax 06 51606636
E-mail studioz14@tiscali.it