Promozione pavimenti >> dal 26/11 al 20/12 
Marchi>Appiani

Appiani

Appiani ceramiche, una storia ultracentenaria

La Ceramica Appiani è una azienda trevigiana fondata nel 1873. La sua produzione, che comprendeva molti prodotti come mattoni, coppi e fregi, è stata presente fin dagli inizi sul mercato italiano e su quelli esteri, ricevendo anche numerosi premi e riconoscimenti. Nei primi anni del secolo scorso l’azienda amplia la sua produzione con l’inserimento di piastrelle "pressate" a base di polvere d’argilla e contemporaneamente inizia ad utilizzare nuovi metodi sia per la lavorazione che per la cottura dei materiali.
 

 

Le prime mattonelle colorate in ceramica furono prodotte nel 1910 su una idea del fondatore dell’azienda, Graziano Appiani, personaggio molto vicino anche ai propri dipendenti per i quali nello stesso periodo costruisce il "villaggio Eden" nel quale le maestranze hanno a disposizione non solo le case ma anche cinema, teatro e ristorante. Un esempio di imprenditoria "illuminata" che negli anni successivi ottiene varie commesse per l’esecuzione di pavimenti per ospedali, hangar, stazioni e caserme.

Dopo la IIa guerra mondiale la Appiani piastrelle è protagonista della ricostruzione con il "gres rosso", un prodotto che l’ha contraddistinta anche negli anni del cosiddetto "boom economico". In seguito arrivano le collaborazioni con vari progettisti come Pompeo Pianezzola e Giò Ponti, a partire dal 1960, a cui si aggiunge nel decennio successivo la costruzione di un impianto innovativo nel quale si effettua la produzione di gres smaltato, con una tecnologia esclusiva, chiamata "monopressocottura". L’azienda è stata poi rilevata nel corso degli anni ‘90 dalla famiglia Bardelli, un marchio già molto affermato, che oltre a continuare nelle antiche tradizioni aziendali ha puntato molto su un prodotto particolare come il "mosaico ceramico". Agli inizi di questo secolo gli impianti produttivi dell’azienda vengono completamente rinnovati, mettendo a frutto le tecnologie più moderne come la computerizzazione e l’automazione, che hanno consentito di sviluppare la produzione in termini di quantità e qualità.

Ceramica Appiani, creatività e tecnologia al servizio del cliente

Le ceramiche aziendali hanno un alto contenuto dal punto di vista estetico e nello stesso tempo sono molto funzionali, sia che si tratti di prodotti singoli che di moduli composti, con la possibilità per i progettisti di comporre, grazie alla loro creatività, degli ambienti dal forte valore architettonico e decorativo, Riscoprendo il fascino dei materiali "antichi" come il mosaico, e proponendo un’ampia gamma di formati, colori e finiture, l’azienda permette la realizzazione di superfici "multimateriche" e di "campiture" policromatiche.

La produzione di ceramica Appiani mosaici è composta da prodotti complementari, facilmente integrabili tra di loro, anche se realizzati con tecnologie produttive diverse. Ad esempio la tecnologia esclusiva "Monopressocottura" consente all’azienda di realizzare prodotti ceramici con smalti e argille pressati a secco e con l’elevata temperatura vengono garantite delle qualità di durata e di resistenza eccezionali, facendone così il materiale ideale per pavimenti e rivestimenti. Un altro sistema produttivo, quello della "Bicottura" consiste in due cotture distinte, una per il supporto e una per lo smalto, applicato successivamente alla prima cottura. Questa tecnologia rende le superfici opache oppure brillanti, ed in entrambi i casi si ha una definizione dei colori di ottimo livello per un utilizzo prevalente come rivestimento. Una tecnologia con temperatura di cottura molto elevata è quella del "Gres porcellanato smaltato", ed i prodotti realizzati sono invece utilizzati in prevalenza per i pavimenti, sia destinati alle abitazioni che agli ambienti ad uso commerciale.

Punti vendita Appiani