News>Come scegliere il pavimento per il bagno

Come scegliere il pavimento per il bagno

Come scegliere il pavimento per il bagno
Richiedi preventivo

Gli interventi di ristrutturazione bagno sono opere complesse, che richiedono molto tempo e attenzione per far sì che ogni elemento risulti armonico e ben contestualizzato in un progetto generale che sappia tenere conto di ogni piccolo dettaglio. 
Nella fase preliminare dedicata allo studio degli spazi e delle esigenze della clientela, uno degli elementi da analizzare con grande attenzione è il pavimento per il bagno. 

Prima di procedere all'acquisto di un determinato prodotto, è doveroso porsi alcune domande che permetteranno di effettuare una scelta davvero in linea con le nostre esigenze estetiche e funzionali. Vogliamo una resa finale lineare o preferiamo una texture più materica? Quali sono le tinte che meglio si abbinano agli arredi presenti nella stanza? Quale spazio abbiamo a disposizione? Sono davvero molti gli aspetti da valutare, ed ecco perché questa guida può rivelarsi utile.

Quale materiale scegliere per il pavimento del bagno?

La scelta dei materiali è molto importante, poiché da questa dipenderà in gran parte il risultato estetico e pratico. Tra quelli più gettonati ci sono il grés porcellanato, il parquet e il marmo. Ma quali sono le caratteristiche di ogni finitura? Conoscere bene la risposta a questa domanda permetterà di scegliere il miglior materiale per i propri ambienti.

La ceramica, che si tratti di monocottura, bicottura o grés porcellanato, è sicuramente la soluzioni più richiesta. Oltre a permettere di ottenere un risultato finale lineare e che quindi si adatta alla perfezione a qualsiasi stile di arredo, offre un'elevata resistenza al calpestio, ai graffi e alle macchie. Ultima, ma non per questo meno importante caratteristica della ceramica, è la facilità di pulizia. Sarà infatti sufficiente passare lo straccio con un detergente per ottenere in pochissimo tempo un pavimento perfettamente pulito e igienizzato.

Se poi analizziamo il materiale dal punto di vista estetico, scopriamo che la grande disponibilità di formati, tonalità e decorazioni rendono il pavimento in ceramica un passepartout perfetto in qualsiasi ambiente. 

Il parquet è particolarmente amato per quell'atmosfera calda e naturale che sprigiona, grazie alla sua componente di elevato valore estetico. Al contrario della ceramica, il parquet necessita però di una maggiore manutenzione per poter garantire una lunga durata nel tempo. Per conservare le sue indubbie qualità estetiche infatti necessita di prodotti specifici per la disinfezione, evitando prodotti particolarmente aggressivi che non rispettino la sua essenza. Non dobbiamo mai dimenticare che il legno è un materiale vivo, per cui ristagni d'acqua e livelli eccessivi e prolungati di umidità andrebbero evitati. Rinunciare a un pavimento bagno in parquet? Sicuramente è possibile, anche se prima di optare per questo materiale dovremmo avere la consapevolezza che l'ambiente dovrà essere costantemente aerato. 

Il marmo è certamente uno dei materiali più pregiati, quando parliamo di pavimentazione e rivestimento del bagno. Le sue venature naturali e il suo candore permettono di ottenere effetti visivi di gran pregio, e risultano particolarmente indicati quando parliamo di bagni piccoli o scarsamente illuminati dalla luce naturale. 

Come scegliere il colore del pavimento bagno

Le nuance tenui e luminose in generale si adattano benissimo alla pavimentazione bagno di superfici ridotte, mentre i colori accesi, che possono anche giocare sui contrasti, si sposano meglio con ambienti più spaziosi. E il formato? Anche le dimensioni delle piastrelle rivestono un ruolo importante nella resa finale: una mattonella priva di rilievi, ad esempio, contribuirà a non appesantire l'ambiente, mentre le piastrelle di grande formato riusciranno a regalare una sensazione visiva di maggior ampiezza alla stanza da bagno. 

Un ultimo consiglio per creare un bagno sempre al top, vede una considerazione finale sullo stile generale di tutta la casa (er non solo della stanza da bagno). Certamente questa non è una regola imprescindibile, anche se seguire un mood stilistico in tutta l'abitazione permetterà di creare un senso di continuita estetica che sicuramente non passerà mai inosservato. 

Sei un architetto, con noi troverai il tuo partner ideale