Tre p ceramiche attraverso i contributi per il sostegno dei processi di digitalizzazione delle imprese del Lazio - Digital impresa Lazio , ha rinnovato il software gestionale aziendale , per un servizio digitale più efficente.
News>Azulej, l'incredibile collezione di Patricia Urquiola

Azulej, l'incredibile collezione di Patricia Urquiola

Appare davvero molto difficile descrivere una collezione così particolare come Azulej firmata da Patricia Urquiola. Rispettosa dell'ambiente e priva di composti organici volatili, Azulej ricorda e valorizza le antiche maioliche artigianali e il cemento idraulico per dar vita a una collezione elegante e ricercata, in cui la sovrapposizione di stili e colori, lungi dal risultare ridondante, non fa che accrescere il pregio di una linea perfetta in qualsiasi ambiente.

Che siano impiegate per valorizzare una masseria antica in pietra o per abbellire l'ambiente già ricercato di un loft extralusso di una capitale europea, le piastrelle della collezione Azulej sembrano la soluzione ideale per creare un "mix and match" espressivo e ad altissimo impatto visivo.

I disegni astratti e le sfumature neutre dei colori, volutamente appena accennate, incarnano il punto di partenza da cui prendere il via per arredare qualsiasi ambiente in modo sofisticato e ricercato in cui l'eleganza diventa una costante imprescindibile. Il nero, il grigio e il bianco, basici e freddi, si incontrano e mescolano tra loro in una serie interessante di sovrapposizioni e contaminazioni che, non a caso, hanno reso Mutina e le sue collezioni un vero e proprio punto di riferimento nel mondo della ceramica. Il gres porcellanato acquista nuova linfa vitale e, lucidato e smaltato, diventa il trait d'union tra stili architettonici anche molto distanti gli uni dagli altri. E Patricia Urquiola l'ha capito benissimo: il risultato è una collezione preziosa e affascinante, ricercata e studiata in ogni minimo particolare per conferire a ogni ambiente luce, vitalità e splendore.

Alla base della collezione Azulej troviamo la tecnica patchwork: sfruttando il contrasto tra colori e disegni astratti, le piastrelle in gres porcellanato ideate da Patricia Urquiola sono rivisitate in chiave contemporanea e moderna, offrendo ottimi spunti di soluzione per qualsiasi ambiente, urbano, industriale, bohemien o country chic che sia. I 27 pattern di Azulej, non a caso, applicati a freddo e con tecnologia digitale, si prestano a un uso pressoché illimitato di combinazioni, potendo spaziare dal living alla cucina, passando per un importante bagno padronale e un invitante patio maiolicato.

Collezione Azulej: una dichiarazione d'amore

Scegliere di arredare la propria casa, l'ufficio o il giardino con una delle creazioni di Patricia Urquiola non è un'impresa facile.

Tante, difatti, sono le soluzioni tra cui poter scegliere al punto tale da rendere decisamente laborioso il compito. Scegliere la collezione Azulej, però, è una vera e propria dichiarazione d'amore, non solo per lo spazio che andiamo ad arredare ma anche per l'ambiente, così vituperato da scelte aggressive e poco rispettose dell'ecosistema. Improntate all'ecosostenibilità, le piastrelle in gres porcellanato di Patricia Urquiola, così immediatamente espressive e impossibili da dimenticare, hanno la capacità di imprimere all'ambiente in cui sono collocate non tanto il carattere estroverso e geniale della loro ideatrice quanto più quello fortemente identitario del gruppo Mutina, secondo cui l'arte va valorizzata in ognuna delle sue molteplici forme.

Via libera, dunque, a piastrelle in gres porcellanato per un pavimento da interni, per un pavimento effetto cemento armato, per le zone living e per il bagno: accostate a elementi architettonici di design e a colori brillanti, esse renderanno ogni ambiente un vero capolavoro. Il linguaggio della memoria, la struttura evocativa dei ricordi, i grafemi, i pixel e le diverse geometrie sviluppate in senso diagonale o longitudinale creano un risultato davvero sorprendente da qualunque prospettiva lo si affronti. Il tutto, ovviamente, valorizzando l'artigianalità, il lavoro esperto e sapiente di mani competenti che mai potrebbero lasciare qualcosa al caso. Ed è per questo motivo che la collezione Azulej ispira un immenso e immediato senso di libertà in chi l'osserva o la tocca con mano per la prima volta: ogni piastrella racchiude in sé un mondo complesso di cui il disegno grafico impresso è solo una piccola parte. La rivisitazione, inoltre, in chiave moderna e contemporanea degli elementi della tradizione artigianale non fa che accrescere il prestigio di una collezione nata nel 2012 ma ancora così attuale e richiesta.

Perché scegliere Azulej by Patricia Urquiola

La risposta a questa domanda non può essere né semplice né scontata né, tantomeno, univoca. Sarebbe troppo semplice, difatti, rispondere che scegliere la collezione Azulej significa avere un prodotto di altissima qualità, originale e altamente impressivo. Perché Azulej di Patricia Urquiola è qualcosa di più.

E' colore, grafica, è passione, è caratterizzata da uno stile unico e sorprendente, adatto a qualsiasi tipo di ambiente, da quello più rustico a quello più elegante. I suoi colori, così naturalmente irregolari e appena accennati e quasi sfumati, ben si adattano a pavimenti e rivestimenti per creare combinazioni uniche e di assoluto impatto scenografico e visivo.

La vera forza di Azulej, però, risiede nel sistema di decorazione digitale a freddo che permette di realizzare, anche all'interno del medesimo ciclo produttivo, piastrelle tutte diverse con decorazioni differenti le une dalle altre. Quindi, in questo modo, si evita totalmente l'effetto artificiale tipico delle piastrelle stampate in serie, ma riesce a enfatizzare ancora di più la grafica naturale propria delle creazioni lavorate artigianalmente. Disponibili nel formato 20x20, le piastrelle Azulej ideate da Patricia Urquiola ben si prestano a essere posate in ambienti molto decorati o, al contrario, dallo stile puramente minimal per dare un tocco scenografico a qualsiasi tipo di soluzione abitativa. Questo emblematico progetto d'autore, quello in cui l'arte diventa la protagonista dello spazio scenico, nasce dall'unione tra il pensiero dei grandi designer e l'infinito potenziale del mondo della ceramica, una sperimentazione innovativa basata sull'uso del non colore, tipico del bianco, del nero e delle tonalità neutre in generale. L'uso sapiente, inoltre, di materiali quali legno, metallo e pitture, abbinate alla forza visiva delle piastrelle in gres porcellanato, contribuiscono a rendere Azulej una collezione imperdibile.

Mutina ceramiche