News>Come creare spazi al top: il fascino del parquet

Come creare spazi al top: il fascino del parquet

Come creare spazi al top: il fascino del parquet
Richiedi preventivo

Con la sua eleganza e la sua bellezza il parquet è insuperabile e sono sempre più numerosi gli interior designer che scelgono di utilizzare questo materiale per le pavimentazioni di ville e residenze lussuose, ma anche per le case in città o per gli affascinanti casali in campagna.

Pavimento in parquet, caratteristiche

Molto spesso ci troviamo davanti a persone che, pur desiderando realizzare una pavimentazione in parquet nella propria casa, sono assalite da mile dubbi. Sarà troppo delicato per ambienti come la cucina e il bagno? Finirà per perdere in fretta il suo originario splendore, apparendo opaco e tutt'altro che bello da vedere? Sarà complicato realizzare una pavimentazione in parquet? A coloro che si pongono queste domande possiamo rispondere che fortunatamente è possibile creare spazi da sogno con pavimentazioni in parquet senza il rischio di vederli deteriorare in poco tempo anche in ambienti tipicamente umidi, come il bagno e la cucina. 

Vi sono tuttavia alcune caratteristiche che fanno la differenza tra le varie tipologie e che ognuno dovrebbe valutare attentamente quando si accinge ad acquistare il parquet per la sua casa.

Parquet tradizionale in legno prefinito o massello?

La prima sostanziale differenza è data dal parquet in legno prefinito o massello. Quest'ultimo è costituito da tavolati ricavati da un unico blocco di puro legno nobile, spessi circa 2,2 centimetri e montati su materiali di supporto: è il parquet “classico”, utilizzato anche nelle abitazioni d’epoca. Compatto, bello e durevole, dal fascino tipicamente rustico, presenta però alcuni svantaggi. Trattandosi di un legno non trattato, il parquet di legno massello tende a deformarsi e dilatarsi a causa di umidità e sbalzi termici. La manutenzione e i costi sono piuttosto impegnativi. Il lungo e costoso processo di finitura di questo tipo di parquet dipende sia dall’essenza legnosa utilizzata, che dal lungo lavoro di messa in posa, levigatura e verniciatura.

Per ovviare queste problematiche il mercato offre il parquet in legno prefinito: una tipologia indubbiamente meno pregiata, ma che nella versione proposta dai migliori brand del settore ha veramente poco da invidiare a livello estetico al legno massello, migliorandone la tenuta nel tempo, soprattutto in condizioni di umidità. Essendo già verniciato e trattato, il pruqet prefinito viene messo in posa in modo molto più semplice, veloce ed economico.

Scegliere tra legno massello e prefinito diventa così una questione più funzionale che estetica.

Come creare spazi al top: il fascino del parquet

Con la sua eleganza e la sua bellezza il parquet è insuperabile e sono sempre più numerosi gli interior designer che scelgono di utilizzare questo materiale per le pavimentazioni di ville e residenze lussuose, ma anche per le case in città o per gli affascinanti casali in campagna.

Pavimento in parquet, caratteristiche

Molto spesso ci troviamo davanti a persone che, pur desiderando realizzare una pavimentazione in parquet nella propria casa, sono assalite da mile dubbi. Sarà troppo delicato per ambienti come la cucina e il bagno? Finirà per perdere in fretta il suo originario splendore, apparendo opaco e tutt'altro che bello da vedere? Sarà complicato realizzare una pavimentazione in parquet? A coloro che si pongono queste domande possiamo rispondere che fortunatamente è possibile creare spazi da sogno con pavimentazioni in parquet senza il rischio di vederli deteriorare in poco tempo anche in ambienti tipicamente umidi, come il bagno e la cucina. estetica, e in ambienti della casa come il bagno e la cucina, la soluzione migliore è senza dubbio quella di optare per la praticità.

Parquet finitura a olio o con vernice?

Per potersi conservre inalterato a lungo nel tempo lo strato superficiale del parquet necessita di un trattamento specifico, che può prevedere l'impiego di vernici apposite o di olio bio naturale. La finitura del parquet con vernici permette di creare una specie di pellicola, che isola la superficie del legno impedendo ai liquidi di penetrare tra le fibre del legno e causare macchie poi difficili da rimuovere. I vantaggi di questo trattamento sono legati alla sua durata nel tempo e alla praticità che offre nella pulizia quotidiana, anche se, bisogna dirlo, toglie al parquet parte del suo effetto estetico, rendendolo più lucido e meno "naturale". 

La finitura a olio rispetta al massimo il materiale, lasciando anche aperti i pori del legno e regalando un look naturale perfetto per ambienti dal design natural chic. Meno resistente ai graffi rispetto a una superficie trattata con vernice, il parquet con finitura a olio richiede una particolare attenzione nella manutenzione ordinaria: l'olio evapora con rapidità, ed è per questo che occorre predisporre il trattamento almeno una volta al mese. 

Quale essenza scegliere per il parquet?

Molto più di un semplice pavimento: il parquet è un vro e proprio elemento di arredo che conferisce alla casa un carattere caldo e una confortevole eleganza. Materiale, posa, finiture, sono tutte variabili da tenere in considerazione al momento di scegliere il tipo di parquet più adatto alle proprie esigenze. La scelta delle essenze legnose dipende principalmente dal gusto personale.

Acero, faggio, frassino e larice offrono tonalità chiare, rivelandosi la scelta perfetta per ambienti in cui vi è poca iluminazione naturale, come ad esempio un bagno cieco. Al contrario noce, quercia, rovere, iroko e teak sono essenze scure, che possono tranquillamente essere utilizzate per ambienti luminosi a cui si vuole regalare un look speciale. Acacia, ciliegio e abete americano regalano alle pavimentazioni in parquet una delicata sfumatura tendente al rosso. Con il tempo, a causa dell’ossidazione dovuta alla luce, tutti i legni tendono ad assumere tonalità più scure. 

Quello che va per la maggiore è il parquet in rovere, un classico dell’eleganza. È stabile e sufficientemente rigido, con prezzi ancora abbordabili. Anche noce, teak e faggio sono legni molto richiesti per il parquet in legno prefinito. Queste essenze impiegate per realizzare una pavimentazione in parquet di legno massello avrebbe infatti un costo elevatissimo.

Rispetto alle pareti in legno, il pavimento in parquet si usura più velocemente, soprattutto nelle parti vicino ai mobili o dove ci sono tavoli, rotelle e altri elementi di arredo. Non esiste un parquet “inossidabile”: chi sceglie una pavimentazione in legno deve amare questo materiale, anche nella sua versione più vissuta e naturale.

Sei un architetto, con noi troverai il tuo partner ideale